Oggi è il

Corte Conti Valle d'Aosta, un avviso pubblico per le candidature a magistrato

  • Pubblicato: Venerdì, 11 Gennaio 2019 14:35

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

AOSTA. Il Consiglio regionale della Valle d'Aosta ha deciso di pubblicare un invito a presentare le candidature per magistrato della sezione di controllo della Corte dei conti della Valle d'Aosta. Così ha stabilito la conferenza dei capigruppo, facendo di conseguenza slittare una nomina che sarebbe dovuta arrivare durante la seduta di ieri dell'assemblea.

Gli interessati che rispondono ai requisiti richiesti hanno tempo fino alle ore 17 del prossimo 18 gennaio per presentare il proprio curriculum alla presidenza del Consiglio regionale. Si tratta di una procedura non vincolante non essendo prevista dal decreto legislativo 179/2010.

La designazione deve avvenire tra magistrati, anche a riposo, delle giurisdizioni superiori, ordinaria, contabile e amministrativa; professori ordinari di università, anche a riposo, in materie di diritto pubblico; dirigenti apicali dello Stato o del comparto unico regionale, anche a riposo; avvocati, iscritti al relativo Albo professionale da non meno di dieci anni e che abbiano svolto significativa attività nel settore di diritto pubblico. Per i componenti della sezione di controllo della Corte dei conti operano le incompatibilità di legge; gli stessi non possono esercitare attività professionale o imprenditoriali per il periodo di appartenenza alla Corte dei conti.

La sezione è composta da un presidente e da cinque magistrati, due dei quali con la qualifica di consigliere della Corte medesima. Gli altri tre sono nominati, sentito il Consiglio di Presidenza della Corte dei conti, dal Consiglio dei ministri su designazione uno della Giunta regionale, uno del Consiglio regionale e uno del Cpel. Rimangono in carica sette anni con mandato non rinnovabile.

 

 

redazione

 

Altre news di attualità

  • Trasporti, il 21 gennaio sciopero anche in Valle d'Aosta
    AOSTA. Le organizzazioni sindacali della Valle d'Aosta hanno aderito allo sciopero di 4 ore proclamato il 21 gennaio per il settore dell'autonoleggio con conducente e delle autolinee del trasporto pubblico locale. La protesta riguarda il "pacchetto mobilità" proposto dalla Commissione europea che prevede la liberalizzazione dei servizi di trasporto delle persone con autobus e pullman all'interno dell'Unione Europea. 
  • Sostegno negato a bambino con disabilità: il Tar condanna la Regione
    AOSTA. Il Tar della Valle d'Aosta ha accolto il ricorso di una coppia che chiede l'attivazione, da parte dell'Amministrazione regionale, di un "progetto individuale di vita" per il figlio affetto sin dalla nascita da gravi disabilità e non autosufficiente.
  • Inail, in calo le denunce di infortuni sul lavoro in Valle d'Aosta
    AOSTA. Sono in calo le denunce di infortuni registrate in Valle d'Aosta dall'Inail. Nel rapporto sull'attività del 2018, con dati riferiti all'anno precedente, le denunce risultano 1.603, in calo dello 0,56 per cento rispetto al 2016 e del 2,43 per cento sul 2015.
  • Scuola, dal Miur 267mila euro alla Valle d'Aosta
    ROMA. Tre istituzioni scolastiche della Valle d'Aosta potranno accedere ai fondi statali per la messa in sicurezza e la costruzione di palestre ad uso scolastico. I progetti delle tre scuole sono compresi infatti fra i 93 interventi presentati da tutta Italia e inseriti dal Ministero dell'istruzione nell'elenco dei lavori che possono usufriore dello speciale bando nazionale del valore di 50 milioni di euro.
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075