Oggi è il

Reddito di cittadinanza, Bertschy: valorizzare il Patto per il lavoro

  • Pubblicato: Martedì, 12 Marzo 2019 15:49

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

conferenza unificata

AOSTA. Rafforzare i Centri per l'impiego e definire il fabbisogno per ciascuna regione di navigator sono due delle principali richieste avanzate dalle Regioni per gestire le procedure legate all'introduzione del Reddito di cittadinanza.

 

Oggi la Conferenza unificata ha dato il via libera ad un accordo con il governo. Il parere favorevole è comunque «condizionato all’accoglimento degli emendamenti presentati che hanno l'obiettivo di ristabilire l'ambito di competenza delle Regioni», spiega l'assessore regionale Luigi Bertschy facendo il punto della situazione alla luce della riunione di Roma.

La Valle d'Aosta ha proposto anche l'inserimento di un comma al "decretone" attualmente all'esame della Camera che include esplicitamente le Province e Regioni autonome, non citate in quanto tali, nella suddivisione delle risorse per il rafforzamento strutturale dei Centri per l’impiego.

«Ora - riprende l'assessore Bertschy - sarà importante riuscire a declinare questa misura sul territorio valdostano cercando di valorizzare la parte premiante di questa misura di contrasto alla povertà che è quella relativa al Patto per il lavoro. Ci impegneremo per ridare dignità alle persone creando opportunità d'inclusione sociale che solo attraverso il lavoro si possono cercare di raggiungere».

Alcuni aspetti rimangono tuttavia da chiarire. «Superato il passaggio della conversione in legge del decreto con gli emendamenti proposti dalle Regioni, ora auspichiamo un'accelerazione sugli strumenti, anche tecnici, che rendano possibile la gestione da parte dei CPI della nuova misura, per i quali ad oggi non è ancora iniziata alcuna interlocuzione con le Regioni da parte del Ministero».

 

 

 

 

Clara Rossi

 

 



Altre news di attualità

Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075