Oggi è il

L'Ordine degli avvocati della Valle d'Aosta chiede la scarcerazione di Nasrin Sotoudeh

  • Pubblicato: Sabato, 16 Marzo 2019 09:28
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Pin It

sotoudeh nasrinAOSTA. Il governo italiano e la comunità internazionale devono intervenire per far scarcerare immediatamente Nasrin Sotoudeh, l'avvocatessa iraniana premio Sakharov per i diritti umani condannata a 38 anni di carcere e a 148 frustrate. L'appello arriva dall'Ordine degli avvocati della Valle d'Aosta.

Sotoudeh è stta condannata "per avere svolto la propria professione di avvocato in difesa di cittadini iraniani contrari al governo" iraniano. L'avvocatessa, ricorda l'Ordine, "si aggiunge alla lista di avvocati che nel mondo sono perseguitati per il semplice fatto di svolgere la loro attività professionale in paesi dove vigono regimi totalitari. La difesa dei diritti è un compito insopprimibile di ogni avvocato e la condanna di un avvocato per l'esercizio del proprio ruolo e delle proprie funzioni è inaccettabile e va stigmatizzata con fermezza, a tutela della libertà e dell'indipendenza dell'Avvocatura, baluardo a difesa dei cittadini e dei loro diritti fondamentali".



 

redazione

 

 



Altre news di attualità

  • Lettera alla redazione: Dopo 11 anni tornano le estorsioni ai camioncini della frutta
    Spett.le redazione, vi invio questo mio scritto riferendomi alla notizia da voi pubblicata su MalAosta. Nella mia passata esperienza professionale ho avuto modo di seguire le vicende giudiziarie legate a episodi di estorsione ai venditori di frutta e verdura.
  • Valle d'Aosta, ok al programma strategico per potenziare la ferrovia
    AOSTA. Il Programma strategico di interventi per il potenziamento del trasporto ferroviario in Valle d'Aosta elaborato dall'assessorato ai trasporti è arrivato oggi all'attenzione della Giunta regionale in vista del passaggio in Consiglio Valle.
  • Separazioni e figli minori: convegno ad Aosta
    AOSTA. L'associazione Genitori Separati per la Tutela dei Minori organizza il prossimo 21 giugno presso la sala conferenze del CSV di Aosta un convegno sul tema: Valle d'Aosta: nelle separazioni siamo tutti responsabili di pregiudizi e danni ai minori.
  • Istruttori Cai rinviati a giudizio, Torti: "drammatica vicenda sia correttamente inquadrata"
    AOSTA. Il presidente generale del Club Alpino Italiano, Vincenzo Torti, interviene sul caso dei sei istruttori per cui la procura di Aosta ha chiesto il rinvio a giudizio per la valanga che ad aprile dello scorso anno a Pila ha provocato la morte di due sciatori.
  • Lettera alla redazione: "una giornata di consiglio per parlarsi addosso"
    Ho deciso di inviarvi questa mail per sfogo, indignazione e rabbia; sì, anche rabbia. Ho voluto seguire oggi la diretta dei lavori del Consiglio regionale. E’ un insulto alla Valle d'Aosta e ai suoi abitanti. Una giornata a parlare di loro stessi!! "Io ho detto questo, tu hai detto quello. No io non ho detto quello, ma ho detto questo. Il partito ha detto, il movimento ha taciuto" e così via, per ogni tanto sconfinare in qualche altro argomento scottante, ma soltanto per parlare di nuovo di loro. MA I PROBLEMI DELLA NOSTRA REGIONE CHI LI AFFRONTA? Una giornata di consiglio per parlarsi addosso. Parole, parole e parole vuote. Boria e grandeur sbrodolano dalla loro bocca insieme a frasi vacue. Dire che sono arrabbiata è dire poco. Ma come fanno i nostri politici ad uscire di casa? Forse qualche pomodoro marcio aiuterebbe a farli riflettere?         lettera firmata      

 

 
ANNUNCIO DI LAVORO
C.V.A. S.p.A. ha indetto l'avviso di selezione finalizzato all'individuazione di due risorse, in possesso di laurea triennale da inserire all'interno dell'Ufficio Segreteria di Direzione con contratto a tempo indeterminato, tempo pieno. La sede di lavoro è nel comune di Châtillon. È possibile reperire tutte le informazioni necessarie sul sito www.cvaspa.it

 

 
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075