Inchiesta Casinò, il pm: la Regione non collabora

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

RegioneAOSTA. Gli uffici dell'Amministrazione regionale non starebbero collaborando appieno con la magistratura e per questo stamane a Palazzo regionale sono scattate le perquisizioni della Guardia di finanza.

Il sostituto procuratore di Aosta Luca Ceccanti, colui che sta seguendo l'inchiesta per sospetto abuso d'ufficio riguardante il Casinò che vede indagato Augusto Rollandin, cita nel decreto di perquisizione "una più che fondata ragione di ritenere che gli organi della Regione autonoma Valle d'Aosta non abbiano un atteggiamento collaborativo e che, in tal modo, si disperdano - o, comunque, vi siano elevate probabilità di dispersione di rilevanti elementi di prova".

Un fatto, afferma Ceccanti, "agevolmente dimostrato dalla circostanza che, nonostante le reiterate richieste di acquisizione di documentazione formulate da questo ufficio di procura nell'ambito di altri procedimenti, sempre relativi a fattispecie di reato inerenti alla gestione della Casa da gioco di Saint-Vincent i, senz'altro rilevanti, documenti che sono stati recentemente acquisiti non sono mai stati consegnati a questo ufficio".

I finanzieri sono stati negli uffici della Regione dalle 8 di questa mattina e Palazzo regionale è stato chiuso anche ai giornalisti. Alla conferenza stampa settimanale di mezzogiorno gli operatori dell'informazione non hanno potuto accedere autonomamente e sono stati scortati dagli addetti alla sicurezza.

 

 

 

M.C.