Oggi è il

Il Defr 2020/2022 arriverà in Consiglio regionale a settembre

  • Pubblicato: Mercoledì, 10 Luglio 2019 17:04
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Pin It

Renzo Testolin

AOSTA. La Valle d'Aosta approverà in ritardo anche quest'anno il Defr, Documento unico di economia e finanza che fissa gli obiettivi dell'amministrazione del prossimo triennio 2020/2022 e l'impatto di questi sul bilancio. 

Rispondendo ad una interpellanza di Claudio Restano (gruppo misto) in Consiglio regionale, l'assessore alle finanze Renzo Testolin ha spiegato che la scadenza era prevista nella prima decade di giugno ma che «il termine è stato prorogato in parte a causa delle necessità di effettuare approfondimenti e in parte per il turn over di strutture dirigenziali che ha rallentato alcuni assessorati».

«Quest'anno - ha riferito ancora l'assessore - gli uffici dell'assessorato hanno proposto un percorso sperimentale di indicazione quantitativa degli interventi proposti nel Defr per permettere alla giunta una valutazione delle priorità compatibilmente con le risorse finanziarie teoriche. Questo vorrebbe tendere ad anticipare la discussione sulle linee di sviluppo della programmazione finanziaria per facilitarne la successiva realizzazione».

Una prima bozza del Defr era pronta a fine giugno e l'approvazione in giunta del documento interamente definito «è prevista entro la fine del mese di luglio indicativamente». Il Documento quindi approderà in Consiglio regionale dopo la pausa estiva, a settembre.

«Il lavoro è stato serio - ha aggiunto l'assessore Testolin - con l'obiettivo di creare le linee programmatiche che possano garantire l'allocazione di risorse su indicazione di questo importante documento».

«Speriamo di approvarlo prima dello scorso anno e soprattutto che qualcuno lo approvi. Questo è l'augurio», ha commentato ancora l'assessore alle finanze.

 

 

 

 

 

E.G.

 

 

 

 

Altre news di politica

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075